valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ tornato a parlare Valentino Rossi dopo la positività al Coronavirus, che lo ha costretto a saltare il Gran Premio di Aragon in programma nel week-end in Spagna.

valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore è intervenuto ai microfoni di Radio Deejay per rivelare il proprio stato d’animo e raccontare le ultime ore frenetiche: “il nervoso non mi è ancora passato. Quando ero più giovane non cadevo mai, ora non sono più esente da errori. Le ultime sono state tre cadute una diversa dall’altra, soprattutto a Barcellona, dove stavo andando fortissimo e ormai il più era fatto, e alla prima curva a Le Mans. Anche riguardando i dati non ho capito perché sono caduto. Ma evidentemente è successo qualcosa“.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sulla positività, Rossi ha ammesso: “fossi dovuto rimanere una settimana rinchiuso ad Aragon, mi sarei buttato dal terrazzo. Praticamente, ho fatto il tampone classico del martedì mattina, quindi avevo il semaforo verde per entrare nel paddock, ma mercoledì notte ho cominciato a stare male e i sintomi erano proprio quelli: mal di schiena, male alle ossa, mal di testa. Poi mi sono misurato la febbre e avevo 37,6. Quindi sono andato a fare un altro tampone rapido, che era negativo, ma ho deciso comunque di non partire perché stavo male. L’esito del tampone buono è arrivato nel pomeriggio ed era positivo, ma per fortuna che sono rimasto a casa, almeno sono da me. Federica Pellegrini? Le ho scritto e le ho detto che il virus ci vede bene, perché ha preso me, lei, Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic. Ha alzato il tiro. Comunque alla fine è come un’influenzona: febbre costante, mal di testa, mal di ossa“.