valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sono tutti ad Aragon meno Valentino Rossi, che deve rimanere isolato in casa a Tavullia dopo la positività al Coronavirus emersa nel corso dell’ultima settimana. Il Dottore salterà non solo questo Gran Premio ma anche quello di sette giorni fa, tornando poi a novembre a Valencia.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Intervenuto telefonicamente a Sky Sport, il pilota della Yamaha ha commentato quanto sta avvenendo in Spagna, soprattutto ai suoi piloti in Moto2 e Moto3: “ho ricominciato a parlare adesso dopo aver visto quanto successo in Moto2 e Moto3. Sono rimasto senza parole, pensavo che Bezzecchi vincesse, aveva fatto una gara incredibile, non volevo crederci, ci sono rimasto davvero male. Come sto? Pensavo fosse come il lockdown, invece ora tocca stare da soli sempre, senza vedere nessuno, sono sempre solo. Sì, mi portano da mangiare, a volte scendo giù. E’ molto noioso, è una bella ‘bega’. Sto bene rispetto a due giorni fa. Sono ancora un po’ debole ma non ho più la febbre, di fatto sono stato male un giorno e mezzo. Questo è già diverso, riuscirsi a muovere senza avere mal di testa è diverso“.

valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore poi ha proseguito: “era già un momento difficile, questo GP veniva dopo tre zeri. E’ veramente brutto e triste restare a casa, è dura seguire le prove dalla tv, questo weekend non sarei proprio riuscito a correre e guidare, fino a ieri stavo male. Sarà ancora più difficile settimana quando starò bene ma non potrò tornare in pista. Vedere che le Yamaha vanno cosi forte, con Quartararo e Vinales davanti, è ancora più difficile. Stavo andando sempre forte nelle prove, vedere anche ieri le Yamaha così competitive è dura da casa“.