Mirco Lazzari gp/Getty Images

Meno male che Valentino Rossi non si è presentato ad Aragon, anche se la causa non è certamente di quelle che lasciano tranquilli. Il Dottore deve fare i conti con il Coronavirus ma forse, guardando quanto accaduto in pista alla Yamaha, potrebbe non essere poi così dispiaciuto di non aver corso.

Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Ovviamente si tratta di una esagerazione, vista l’immensa delusione mostrata dal pesarese per non aver potuto partecipare al Gran Premio, ma mettersi in sella a quella M1 in Spagna sarebbe stato davvero un suicidio. Un vero e proprio disastro quello combinato dalla Casa di Iwata, con il solo Viñales a tenere in piedi la bandiera con il suo quarto posto, comunque staccato di quasi tre secondi da Alex Rins.

Quartararo mascherina
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Incommentabile invece la gara di Fabio Quartararo, partito dalla pole position e sprofondato immediatamente nelle retrovie per un problema di pressione alle gomme, chiudendo addirittura diciottesimo e fuori dalla zona punti. “Era la prima volta che usavamo questo pneumatico e ci siamo trovati benissimo nei tre giri iniziali – le parole del Diablo – ma la pressione poi è diventata troppo alta. Non era possibile guidare, non avevo nessuna sensazione all’anteriore“. 

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Una debacle clamorosa costata anche il primo posto nel Mondiale di MotoGp a vantaggio di Mir e della Suzuki, capace anche di prendersi il Gran Premio con Rins. Un’autentica figuraccia dunque per la Yamaha, che dovrà adesso rimboccarsi le maniche dal momento che domenica prossima si correrà nuovamente ad Aragon. Valentino Rossi salterà anche questo appuntamento e non verrà sostituito, una notizia non particolarmente brutta per il Dottore, considerando che in questo momento tutto può essere utile per il morale, tranne che una figuraccia.