Non ce l’ha fatta Lamu, l’influencer cinese molto conosciuto sul social network TikTok, uno dei più utilizzati in questo momento. La 30enne è stata aggredita dal marito proprio durante una diretta, venendo cosparsa di benzina e bruciata viva senza che potesse difendersi. L’aggressione, avvenuta lo scorso 14 settembre, fortunatamente non è stata ripresa, ma i followers di Lamu hanno potuto ascoltare le disperate urla della ragazza mentre il marito inveiva su di lei. Trasportata in ospedale, l’influencer asiatica è morta dopo 18 giorni di agonia a causa delle ustioni che ricoprivano il suo corpo per il 90%. Il marito è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario, mentre i figli di 3 e 12 anni saranno adesso affidati ai servizi sociali.