Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Zlatan Ibrahimovic è senza dubbio l’uomo in più di questo Milan, come conferma l’ottimo avvio di stagione. Nove partite, otto vittorie e un pareggio: uno score su cui c’è la firma del totem svedese, arrivato ieri a quota sei gol in campionato in sole tre partite giocate.

Milan
Marco Luzzani/Getty Images

Con le due reti segnate contro la Roma, Ibra è diventato il primo giocatore a segnare tre marcature multiple in ciascuna delle sue prime tre partite stagionali di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria, ossia dal 1994/95. Numeri impressionanti, che a 39 anni suonati domina ancora la scena nel campionato italiano. Come se non bastasse, il tocco morbidissimo con cui Zlatan ha segnato l’1-0 ieri sera è arrivato dopo 1 minuto e 48 secondi dal fischio d’inizio, diventando la marcatura più veloce con la maglia del Milan in Serie A.

Marco Luzzani

Una squadra, quella rossonera, che continua a godere dei gol del proprio attaccante, fondamentale nel permettere alla formazione di Pioli di realizzare almeno due gol nelle ultime 11 partite consecutive giocate in tutte le competizioni: anche questo un record ma eguagliato, visto che i rossoneri lo avevano già registrato nel 1959. Non c’è che dire dunque, Ibrahimovic si è preso di nuovo il Milan sulle spalle e, di questo passo, saranno tante le soddisfazioni che la squadra di Pioli riuscirà a togliersi in questa stagione.