Giacomelli
Marco Luzzani/Getty Images

Partita bella e frizzante, piena di emozioni e colpi di scena, ma anche di gol ed errori. Milan-Roma finisce 3-3, i giallorossi impongono alla squadra di Pioli il primo mezzo passo falso di questa stagione, dopo otto vittorie consecutive conquistate tra campionato ed Europa League.

Milan
Marco Luzzani/Getty Images

Un risultato acchiappato per i capelli da Dzeko e compagni, capaci di pareggiare a pochi minuti dalla fine con la zampata di Kumbulla da due passi. Tanti gol, ma allo stesso tempo tanti errori, soprattutto da parte dell’arbitro Giacomelli, protagonista in negativo del match di San Siro. L’arbitro triestino nel primo tempo lascia correre su parecchi falli duri senza ammonire, nella ripresa invece si inventa platealmente due rigori, uno per parte. Prima inverte il fallo di Pedro su Bennacer, assegnando il penalty alla Roma, poi per compensazione fischia un ‘non intervento’ di Kumbulla su Calhanoglu.

Roma
Marco Luzzani/Getty Images

Un doppio abbaglio che sicuramente gli costerà caro, soprattutto per non esser andato al Var in entrambe le occasioni, dove sicuramente si sarebbe potuto ravvedere. Resta comunque una partita bella, giocata bene da entrambe le parti, con il Milan che torna a casa con un pizzico di rammarico per non aver difeso per ben tre volte il vantaggio. Elemento su cui dovrà lavorare Pioli, chiamato adesso subito a rimboccarsi le maniche in vista del match di Europa League in programma giovedì.