Ronaldo
Paolo Bruno/Getty Images

Cristiano Ronaldo non farà la quarantena in Portogallo, dove è risultato positivo al Coronavirus alla vigilia del match di Nations League contro la Svezia.

Ronaldo
Linnea Rheborg/Getty Images

Derogando alle regole sull’isolamento, la Juventus ha deciso insieme al proprio giocatore di farlo rientrare a Torino dove svolgerà i dieci giorni di quarantena previsti dal nuovo Dpcm del Governo. Il portoghese è già in volo per l’Italia e atterrerà nelle prossime ore, dopodiché si sposterà presso la propria abitazione dove si isolerà in attesa della negativizzazione. Queste le parole di Roberto Testi, dirigente della Asl di Torino: “mi risulta che Cristiano Ronaldo stia tornando. Non conosco i dettagli della situazione, ma la normativa prevede la possibilità che venga effettuata una richiesta di volo sanitario, denunciato come tale all’Usmaf, l’Ufficio di Sanità marittima, aerea e di frontiera. In questo caso, Ronaldo avrebbe il diritto di volare con un aereo privato, anche con il suo personale: non è necessario un aereo ad hoc. Generalmente in questi casi il viaggiatore viene trasportato con una ambulanza, ovviamente privata, a casa. Certamente per 10 giorni dovrà restare a casa e non potrà allenarsi con la squadra“.