Aurelio De Laurentiis
Marco Luzzani/Getty Images

La gara tra Juventus e Napoli in programma questa sera all’Allianz Stadium di Torino ovviamente non si giocherà, dal momento che i giocatori sono in isolamento fiduciario presso le proprie abitazioni.

Valerio Pennicino/Getty Images

Resta però da capire quale sarà la decisione della Lega di Serie A, che dovrà decidere se rinviare la gara come richiesto dal Napoli oppure attribuire la vittoria a tavolino alla Juventus. Intanto, il Corriere dello Sport ha rivelato quella che è la pec inviata dal presidente De Laurentiis alla Lega, a cui è stato allegato il provvedimento dell’ASL: “(…) alla luce di tale ulteriore precisazione, richiesta dallo scrivente per scrupolo e allo scopo di non incorrere in una errata interpretazione delle misure imposte, appare evidente che la partenza della squadra per Torino rappresenterebbe una violazione del provvedimento dell’autorità locale competente per la sicurezza sanitaria, nonché delle vigenti norme statuali in materia, con le conseguenti responsabilità previste dalla legge a carico dei contravventori. La fattispecie, con riferimento alla delibera del Consiglio della Lega Serie A (Lnpa) ricevuta in data di ieri, ore 17.01, rientra chiaramente tra quei provvedimenti delle autorità statali e locali che sono “fatti salvi” e che determinano l’inapplicabilità delle “regole relative a impatto Covid-19 – gestione casi di positività e rinvio gare”. Pertanto si comunica che, dovendo necessariamente rispettare il provvedimento della Asl regionale e della Regione Campania, ai quali la scrivente e i propri tesserati non possono sottrarsi, e, dunque, per causa d forza maggiore, la squadra non è potuta partire per Torino. Alla luce di quanto sopra, si chiede alla Lega Nazionale professionisti Serie A il rinvio della gara ad altra data, ovviamente per ragioni non imputabili alla scrivente“.