Messi
Valerio Pennicino/Getty Images

La scelta di affidare la panchina della Juventus ad Andrea Pirlo non sembra al momento sortire i frutti sperati, i bianconeri arrancano e affondano anche in Champions League, cedendo 0-2 all’Allianz Stadium al cospetto di un Barcellona tutt’altro che trascendentale.

Barcellona
Valerio Pennicino/Getty Images

I blaugrana si portano via i tre punti senza brillare, segnando un gol per tempo e ringrazando il VAR, intervenuto per annullare ben tre gol in fuorigioco di Alvaro Morata. Indipendentemente da tutto però, a saltare agli occhi è la scarsa qualità di questa Juventus che, senza Cristiano Ronaldo, sembra aver perso tutta la propria forza offensiva. Dybala sonnecchia e non punge, Morata scalpita ma è poco servito mentre Chiesa appare spaesato fin dal suo arrivo in bianconero. L’unico a tenere la luce accesa è Kulusevski, che va comunque troppo a intermittenza.

Pirlo
Valerio Pennicino/Getty Images

Il Barcellona approfitta di tutta questa confusione bianconera e, con il minimo sforzo, sale a sei punti nel girone ipotecando il primo posto. Alla Juve non resta che incassare la prima sconfitta di questa stagione, un campanello d’allarme bello forte che deve svegliare Andrea Pirlo, primo responsabile di tutto questo disastro.