Claudio Villa/Getty Images

Un altro pareggio, questa volta più emozionante rispetto a quello ottenuto in Polonia, ma che lascia comunque l’amaro in bocca. L’Italia rimanda nuovamente l’appuntamento con la vittoria, perdendo anche il primo posto del Gruppo A di Nations League a vantaggio di Lewandowski e compagni, capaci di annientare la Bosnia.

Emilio Andreoli/Getty Images

Al Gewiss Stadium di Bergamo, l’Olanda riesce a strappare un pari agli azzurri giocando una partita tutto sommato onesta, agevolata dalla discontinuità degli uomini di Mancini. Una partenza a razzo, alternata ad un finale di primo tempo sotto tono, seguito poi da un secondo tempo più vispo ma senza la ciliegina del gol. Cosa sta succedendo dunque all’Italia? Il gol di Pellegrini e l’ottimo gioco dei primi minuti avevano illuso tutti, facendo credere che sarebbe stata un’altra serata da stropicciarsi gli occhi, ma il pari di Van de Beek ha riportato sulla terra Bonucci e compagni, protagonisti di un brutto finale di primo tempo.

Claudio Villa/Getty Images

La scarsa precisione sotto porta nella ripresa ha poi fatto il resto, permettendo così all’Olanda di uscire indenne dal Gewiss Stadium, dopo aver perso in casa all’andata. Un mezzo passo falso che deve far riflettere e spingere Mancini a risvegliare la sua Nazionale, un po’ adagiatasi sugli allori dopo i complimenti degli scorsi mesi. Bisogna riprendere immediatamente forza e vigore perché, di questo passo, la qualificazione alle semifinali di Nations League potrebbe davvero sfuggire di mano.