Christian Eriksen
Foto Getty / Emilio Andreoli

Christian Eriksen mette le cose in chiaro, lanciando un messaggio all’indirizzo dell’Inter e, in particolare, di Antonio Conte.

Marco Luzzani/Getty Images

Impegnato in questi giorni con la sua nazionale, il centrocampista nerazzurro ha parlato ai microfoni del settimanale danese Tipsbladet della situazione che sta vivendo in Italia: “spero di non sedermi in panchina per tutto l’autunno, non è mia intenzione farlo e spero non lo sia neanche da parte del club e dell’allenatore. Ci saranno tante partite da giocare, la Champions League comincerà appena rientreremo dalle nazionali, e sono sicuro che avrò un buon minutaggio. Dipende molto dalle persone all’esterno, ma io mi aspetto questo. Mi trovo in una situazione nella quale non mi sono mai trovato prima. Sono partito alla grande, ma poi lo stop per il coronavirus ha provocato un po’ di alti e bassi. La gente si aspetta che io possa essere decisivo in ogni partita, non è stato così e per questo adesso vengo visto in modo diverso”.

Lukaku e Eriksen
Marco Luzzani/Getty Images

Il danese infine ha ammesso: “quando hai esperienza e hai provato diverse situazioni diventi meno paziente, ma è sempre spiacevole sedersi in panchina. Mercato? Se ci fosse stato qualcosa, il mio agente o il club me l’avrebbero comunicato. Sui giornali si scrive molto, ma non c’è mai stato nulla di concreto e l’ultimo giorno di mercato, per me, è stato un giorno come tutti gli altri“.