The Best FIFA Football Awards 2019 - Show
Foto Getty / Claudio Villa

Mancano solo due giorni al derby tra Inter e Milan, una stracittadina inedita che si giocherà davanti ad un San Siro praticamente vuoto. Colpa dell’emergenza sanitaria scaturita dalla diffusione del Coronavirus, un avversario che l’intero pianeta non è ancora riuscito a battere.

Lukaku
Francesco Pecoraro/Getty Images

Molti saranno i giocatori che salteranno questo appuntamento per colpa del contagio, ma i protagonisti principali saranno in campo per darsi battaglia: Lukaku da un lato e Ibrahimovic dall’altro. Su questa sfida si è soffermato Bobo Vieri ai microfoni della Gazzetta dello Sport, esprimendo il proprio punto di vista: “Lukaku è più grosso di me e gioca per la squadra: mi capita di guardarlo e dire ‘Ah, quella giocata l’avrei fatta anch’io così’, soprattutto quando cerca l’uno-due per mandare dentro gli altri. Per quello lui e Lautaro sono perfetti, insieme. Lukaku è ‘Unstoppable’, il treno del film con Denzel Washington: una forza della natura. Gli dai cinquanta metri di campo e lui ti sbrana, palla addosso il difensore non riesce ad anticiparlo mai. L’Inter è da scudetto con questo Romelu“.

Ibrahimovic
Marco Luzzani/Getty Images

Su Ibrahimovic, Vieri è stato ancora più esplicito: “è l’esperienza che non ha eguali e racchiude tutto: tecnica, visione di gioco, il suo segnare, il far segnare e pure far giocare bene la sua squadra, perché alza il livello di qualità di tutti. Il Covid un handicap per lui? Avrà sfondato il tapis roulant tutti i giorni… Uno che dice che il Covid ha avuto una brutta idea a sfidarlo, mentalmente è più forte di tutti: il derby lo gioca con la sigaretta in bocca, fidatevi“.