Max Verstappen
Mark Thompson/Getty Images

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Portogallo è stata caratterizzata dall’incidente tra Lance Stroll e Max Verstappen, in seguito al quale i Commissari di Gara non hanno preso alcun provvedimento, catalogandolo come semplice incidente.

Non sono passate inosservate però le vergognose parole del pilota della Red Bull, che ha etichettato il collega della Racing Point con parole davvero assurde. Arrabbiato per quanto accaduto, Max ha acceso la radio e si è sfogato: “è cieco questo fottuto ragazzo? Che cazzo di problemi ha? Che mongolo, un ritardato“. Messo davanti a questo suo comportamento, Verstappen non ha nemmeno chiesto scusa: “qualcuno si è offeso per le parole che ho usato? Non è un mio problema. Queste cose accadono quando siamo nella foga della battaglia. Ero solo arrabbiato in quel preciso momento, ed ecco il motivo per cui l’ho chiamato così. In seguito ho parlato con Lance e tra noi è tutto chiarito“.