La battuta di Mario Balotelli nei confronti di Dayane Mello ha fatto infuriare il Codacons, che ha chiesto a Mediaset la chiusura del Grande Fratello Vip, presentando inoltre all’Agcom una richiesta per un’eventuale sanzione da infliggere all’azienda guidata da Pier Silvio Berlusconi.

Le frasi sessiste e volgari di Super Mario non sono andate giù a Carlo Rienzi, presidente dell’Associazione che tutela i Consumatori: “stavolta è stato superato ogni limite e non bastano certo le scuse del giocatore per cancellare quanto avvenuto. Trasmissioni come il Gf Vip non sono solo estremamente diseducative, ma anche potenzialmente pericolose perché lanciano messaggi sbagliati ai giovani e li inducono a comportamenti sbagliati. Non c’è da meravigliarsi se in Italia crescono gli episodi di bullismo e violenza, specie contro le donne, considerato che la tv generalista diffonde sempre più spesso messaggi violenti, sessisti e volgari“.