Jhonatan Manuel Narvaez vince la dodicesima tappa del Giro d’Italia, tagliando per primo il traguardo di Cesenatico e trionfando sulle strade che hanno visto crescere Marco Pantani. Primo successo pesante in un grande giro, il quarto in carriera, per l’alfiere della Ineos, protagonista di un’accelerazione spaventosa impossibile da contrastare per tutti i suoi avversari.

L’unico a tener testa a Narvaez, seppur a distanza, è l’ucraino Mark Padun giunto secondo al traguardo dopo una rincorsa non andata a buon fine nei chilometri finali. Completa il podio di giornata Simon Clarke, autore di un’ottima prestazione. Al comando della classifica generale resta Joao Almeida, che si tiene la Maglia Rosa rimanendo agevolmente in testa al gruppo insieme ai suoi rivali.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Jhonatan Manuel Narvaez (Team Ineos Grenadiers) – 204 km in 5h31’24”, media 36.934 km/h
2 – Mark Padun (Bahrain – McLaren) a 1’08”
3 – Simon Clarke (EF Pro Cycling) a 6’50”

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 34”
3 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 43”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)

Il vincitore di tappa Jhonatan Manuel Narvaez, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “voglio dedicare questa vittoria, la mia prima in una corsa WorldTour, a Nico Portal, ho imparato tanto da lui. Oggi mi sono svegliato con lo spirito giusto per essere protagonista. Non è un problema per me correre sotto la pioggia, anzi la preferisco al grande caldo”.

La Maglia Rosa João Almeida, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “è stata una tappa durissima. Sono contento di essere riuscito a conservare la Maglia Rosa. Ancora una volta la mia squadra è stata straordinaria, sono veramente grato ai miei compagni”.