Trofeo Giro d'Italia
Foto Getty / Bryn Lennon

Nuovi casi di positività intorno al Giro d’Italia 2020, questa volta però non si tratta né di corridori e né di membri dei team coinvolti nella Corsa Rosa. Ad aver contratto il Coronavirus sono quindici agenti di Polizia, i cui tamponi effettuati presso l’ASL di Chieti hanno dato esito positivo, spingendo dunque gli interessati a isolarsi presso l’hotel Santa Maria di Francavilla a Mare.

Polizia
Emanuele Cremaschi/Getty Images

Per fare chiarezza sulla vicenda è intervenuta la Polizia di Stato, che ha diramato un comunicato con cui ha reso noto come gli agenti positivi non fossero al seguito del Giro d’Italia, bensì del Giro-E: ‘con riferimento alla notizia apparsa sugli organi di stampa relativa alla positività al coronavirus di agenti della Polizia di Stato impegnati nella scorta al Giro d’Italia, si sottolinea che i casi segnalati riguardano esclusivamente personale impegnato nella scorta al Giro-E, che ha organizzazione, logistica, alberghi, orari e punti di partenza del tutto diversi da quelli del Giro d’Italia dei professionisti. Si è appurato che il cluster sarebbe originato nel team della scorta tecnica. Per quanto concerne i poliziotti di scorta al seguito della corsa dei professionisti, che seguono dinamiche di profilassi autonome, i recenti tamponi effettuati hanno dato tutti esito negativo‘.