vincenzo nibali
Bryn Lennon/Getty Images

Tra 48 ore comincerà l’edizione numero 103 del Giro d’Italia, ai nastri di partenza anche Vincenzo Nibali che ha l’obiettivo di prendersi la Maglia Rosa per portarla fino all’ultima tappa.

Non sarà facile, ma lo Squalo ha intenzione di provarci: “sicuramente al Mondiale stavo bene, le sensazioni erano cambiate rispetto alla Tirreno-Adriatico. La gara era difficile, gli avversari importanti. Penso che la condizione ora sia quella e sono pronto a partire per questo nuovo Giro d’Italia. Non voglio fare pronostici adesso, spero di fare un buon Giro d’Italia e poi i bilanci li faremo alla fine. Kruijswijk? L’ho visto poco ultimamente, ha fatto un programma totalmente diverso rispetto al mio. Sicuramente sarà uno dei contendenti e lotterà fino alla fine. Fuglsang lo conosco molto bene, siamo amici. Proverà a fare classifica ed è uno dei rivali principali“.

Matteo Dunchi (c)

Nibali ha individuato poi gli avversari da battere: “vedo favoriti Thomas e anche Fuglsang in testa alla lista. Come squadra, la Trek sarà protagonista ma anche la Ineos, perché Thomas alla Tirreno-Adriatico andava forte. Così come Yates e la Mitchelton. Noi abbiamo lavorato bene con il team manager Luca Guercilena per arrivare al meglio qui. Non so se ci sarà l’occasione di alzare le braccia in Sicilia, l’obiettivo finale è un altro, lo vediamo strada facendo“.