vincenzo nibali
Bryn Lennon/Getty Images

Sullo Stelvio sono naufragate le speranze di vittoria di Vincenzo Nibali, che ha definitivamente visto sfumare la possibilità di imporsi nel Giro d’Italia 2020 al termine della diciottesima tappa. Il corridore della Trek-Segafredo ha mollato ed è arrivato al traguardo con quasi cinque minuti di ritardo dal vincitore Hindley, scendendo in ottava posizione nella classifica generale.

nibaliUna giornata difficile, che lo Squalo ha commentato così: “sullo Stelvio c’è stato un ritmo forte da subito, inizialmente con la Sunweb e poi a 8 km dalla cima c’è stato l’accelerazione della Ineos che ha fatto esplodere tutto. Sono rimasto da solo e sono andato avanti finché ho potuto. Cosa c’è che non va? Vanno più forte gli altri, non ci sono altre spiegazioni e va bene così. C’è un ricambio generazionale, molti corridori sono giovani mentre io sono un classe ’84. E’ stato un Giro molto difficile per me, così come quest’anno. Un Giro con tante sorprese, da casa sarà stato noioso ma le medie nel finale sono state molto alte“.