In volata vince solo Arnaud Demare, lo sprinter francese centra la terza vittoria in questo Giro d’Italia, prendendosi anche la settima tappa grazie ad un’azione davvero pazzesca. Il corridore della Groupama al momento è davvero imbattibile per tutti, anche per un fenomeno come Peter Sagan, costretto nuovamente ad accontentarsi del secondo posto. Solo le briciole per gli avversari di Demare, la cui volata appare impossibile da contenere, causa lo splendido periodo di forma che il campione francese dimostra di avere. Sul terzo gradino del podio si piazza invece Michael Matthews, con Taylor Swift alle sue spalle. In Maglia Rosa resta ancora Joao Almeida, con distacchi invariati rispetto a tutti i suoi inseguitori.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Arnaud Démare (Groupama – FDJ) – 143 km in 2h47’28”, media 51.234km/h
2 – Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) s.t.
3 – Michael Matthews (Team Sunweb) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 43”
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 48″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Filippo Ganna (Team Ineos Grenadiers)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)

Il vincitore di tappa Arnaud Démare, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “i miei compagni di squadra hanno fatto un lavoro fantastico, mi hanno pilotato al meglio tenendomi coperto dal vento, poi ho lanciato la volata al momento giusto. Sentivo Peter Sagan che stava rimontando ma sono riuscito a tagliare il traguardo per primo. Sono veramente felice di avere ottenuto un altro successo. È straordinario”.

La Maglia Rosa João Almeida, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “oggi siamo andati veramente a tutta, soprattutto nel finale di tappa. Negli ultimi km sono rimasto nella parte anteriore del gruppo ben coperto dai miei compagni di squadra: hanno fatto un lavoro perfetto proteggendomi dal vento. La Maglia Rosa mi rende ogni giorno più forte”.