Tutti si aspettavano Sagan, invece a tagliare per primo il traguardo di Matera è Arnaud Demare, che vince con un capolavoro la sesta tappa del Giro d’Italia 2020.

Il campione francese non lascia scampo ai propri rivali, scattando a poche centinaia di metri dalla conclusione e lasciando sul posto tutti i suoi avversari. Seconda vittoria in questa edizione della Corsa Rosa per l’alfiere della Groupama, la dodicesima in stagione e la 73ª in carriera: numeri importanti per un corridore pazzesco. Seconda posizione invece per Michael Matthews, mentre Fabio Felline completa un podio alquanto inedito. In Maglia Rosa resta ovviamente Joao Almeida, giunto in gruppo insieme a Vincenzo Nibali.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Arnaud Demare (Groupama – FDJ) – 188 km in 4h54’38”, media 38.285 km/h
2 – Michael Matthews (Team Sunweb) s.t.
3 – Fabio Felline (Astana Pro Team) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)
2 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 43”
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 48″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Demare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Filippo Ganna (Team Ineos Grenadiers)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)

Il vincitore di tappa Arnaud Demare, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Due giorni fa non ho fatto uno sprint perfetto, oggi invece una super volata! Non ero sicuro di poter restare davanti sullo strappo finale, poi mi sono trovato in buona posizione nell’ultimo km. Che soddisfazione conquistare un successo anche oggi, il mio secondo in questa Corsa Rosa”.

La Maglia Rosa João Almeida, subito dopo l’arrivo, ha detto: “negli ultimi km ho cercato di restare nella parte anteriore del gruppo per evitare cadute, non volevo perdere secondi preziosi. È il mio quarto giorno in Maglia Rosa, incredibile!”.