Vittoria a sorpresa nell’ottava tappa del Giro d’Italia, la Giovinazzo-Vieste se la prende Alex Dowsett, tagliando in solitaria il traguardo dopo un’azione irresistibile messa in atto negli ultimi chilometri. L’alfiere della Israel Start-Up Nation non lascia scampo né a Salvatore Puccio e né a Matthew Holmes, staccati in maniera imperiosa senza dargli la possibilità di rimanergli a ruota.

Completano la top-five Rosskopf e Brandle, mentre il gruppo della Maglia Rosa Almeida giunge sul traguardo con quasi quindici minuti di svantaggio. Distacchi in classifica generale pressoché invariati con il portoghese ancora al comando della classifica, con Vincenzo Nibali e Domenico Pozzovivo sempre in alta classifica con il mirino ben puntato su Almeida.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Alex Dowsett (Israel Start-Up Nation) – 200 km in 4h50’09”, media 41.358km/h
2 – Salvatore Puccio (Team Ineos Grenadiers) a 01’15”
3 – Matthew Holmes (Lotto Soudal) s.t

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 43”
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 48″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Filippo Ganna (Team Ineos Grenadiers)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick – Step)

Il vincitore di tappa Alex Dowsett, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “non ho parole per descrivere come mi sento in questo momento. Volevo veramente ottenere un successo in questo 2020 così difficile! Non ho ancora un contratto per il prossimo anno e a gennaio nascerà mio figlio: avevo davvero bisogno di un risultato del genere, non ci posso credere!”.

La Maglia Rosa João Almeida, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “oggi è stata una tappa abbastanza tranquilla per noi. Abbiamo corso in testa al gruppo ma l’obiettivo non era riprendere la fuga quanto tenere la Maglia Rosa. Domani sarà più difficile ma sicuramente proveremo a difenderla”.