Il Giro d’Italia 2020 non conosce tregua e, archiviate le emozioni della quinta tappa vinta da Filippo Ganna, propone oggi la sesta frazione Castrovillari-Matera di 188 chilometri. I velocisti dovrebbero tornare sotto i riflettori se si considerano le caratteristiche del tracciato, favorevoli agli sprinter puri maggiormente resistenti.

La Castrovillari-Matera è una tappa inizialmente mossa e articolata sia planimetricamente che altimetricamente, all’interno del Parco Nazionale del Pollino. Superato il Lago di Monte Cotugno si entra nella parte pianeggiante della tappa che attraversa la provincia di Matera in direzione del capoluogo. Nel finale si affrontano brevi saliscendi che portano ai piccoli strappi dell’arrivo. Ultimi km in leggera discesa fino all’ultimo chilometro attraverso ampi viali cittadini con alcune leggere curve. A cavallo dell’arco dell’ultimo chilometro due curve verso sinistra per immettere nel rettilineo finale lungo 800 m tutto in leggera salita (fondo in asfalto, larghezza 7.5 m).