Archiviata la prima tappa, il Giro d’Italia 2020 presenta oggi la seconda tappa che partirà da Alcamo e si concluderà ad Agrigento dopo 149 km. Una frazione che dovrebbe premiare gli sprinter puri, al contrario degli uomini di classifica che dovranno comunque stare attenti a non perdere secondi preziosi nella prima parte di gara.

Per quanto riguarda il percorso, la Alcamo-Agrigento è una tappa breve con la prima parte piuttosto articolata in saliscendi e numerose curve nel trapanese verso la Valle del Belice. Seconda quasi interamente su strade a scorrimento veloce e senza veri attraversamenti di centri urbani. Lasciata Alcamo, si procede per saliscendi attraverso Calatafimi, Salemi, Santa Ninfa, Partanna fino a entrare nella strada a scorrimento veloce che, lungo la costa, con alcuni saliscendi con pendenze moderate porta a 4 km dall’arrivo alla valle dei Templi ai piedi di Agrigento. Ultimi chilometri tutti in salita attorno al 5% con un breve tratto attorno al 9% a 2.5 km dall’arrivo. La strada è larga ben pavimentata caratterizzata da una serie di brevi rettilinei e semicurve. Rettilineo finale di 250 m su asfalto (larghezza 8 m).