Una tragedia sfiorata, così l’ha praticamente definita Giovanni Visconti, protagonista di un incidente che raramente si vede durante le corse in bici.

Il piemontese ha raccontato la sua disavventura dopo la sesta tappa del Giro d’Italia 2020, lasciando tutti di stucco: “sono stato fortunato ad arrivare a Matera sulle mie gambe per quello che mi è successo. Eravamo in un tratto in discesa, si andava velocissimi e tutti in fila. Ho sentito un colpo forte da sotto e sentivo strusciare un ferro per terra. Ho guardato sotto e ho visto un ferro circa di 0.5 di diametro, sa quelli delle fondamenta che si arrugginiscono” le parole di Visconti a Gazzetta.it. “Si vede che era sulla strada, qualcuno magari davanti a me con le ruote l’ha sollevato e io pedalando in quel momento mi ha infilzato. Un colpo secco. Se era inclinato leggermente di più di qualche millimetro… non sono immaginare che cosa succedeva. E’ andata di lusso, anzi di più. Visconti poi ha messo sui suoi canali social la foto della scarpa bucata, con una chiave esagonale utile a riprodurre il ferro che lo ha infilzato: “posso dire che sono fortunato ad essere arrivato a Matera sulle mie gambe? Uno spavento che per fortuna è rimasto solo tale. A domani, sperando che la nuvola nera che vola sulla Vini Zabù Brado KTM venga spinta via dal vento”.