Luca Guercilena

Il Giro d’Italia 2020 è terminato con la vittoria di Tao Gheoghegan Hart, arrivata grazie alla crono di Milano che ha consegnato al britannico della Ineos la Maglia Rosa, sfilandola a Jai Hindley. Solo un settimo posto per Vincenzo Nibali, partito da Palermo con l’obiettivo di vincere ma dovutosi accontentare di una top ten che non lo ha soddisfatto appieno.

Interrogato sulla prestazione dello Squalo, il direttore generale della Trek Segafredo, Luca Guercilena, ha espresso il proprio punto di vista a tuttobiciweb: “chiudiamo questo Giro con la consapevolezza di non aver lasciato nulla di intentato per raggiungere il miglior risultato. Non possiamo rimproverare nulla a Vincenzo e ai ragazzi, non c’è dubbio che tutti abbiano dato quello che potevano. Alla partenza da Palermo avevamo un obiettivo molto ambizioso che, fino all’ultimo, abbiamo inseguito con il massimo impegno. Dobbiamo accettare con serenità il verdetto della strada, facendo i complimenti a chi è andato più forte ma senza neanche tralasciare i fattori che hanno condizionato la nostra prestazione di squadra, come l’aver perso il contributo essenziale di Ciccone, Brambilla e Weening“.