Giggs e Van Gaal
Clive Brunskill/Getty Images

Il primo incontro tra due persone è sempre molto importante, perché da questo si comincia un po’ a capire il carattere dell’interlocutore. Ryan Giggs deve aver intuito immediatamente quello di Louis Van Gaal, dal momento che la prima volta che l’ha incontrato ha ricevuto un pugno in pieno stomaco.

Giggs e Van Gaal
Laurence Griffiths/Getty Images

A raccontarlo è proprio il gallese al podcast Greatest Game di Jamie Carragher: “era diverso, era una figura molto dominante. La prima volta che l’ho incontrato mi ha preso a pugni allo stomaco. Sono andato a conoscerlo, avevamo una lista di alcuni giocatori bravi e altri meno. Sono andato a trovarlo in un hotel, ha aperto la porta, mi ha guardato da capo a piedi e se n’è andato ‘Sei in buona forma!’, poi mi ha dato un pugno nello stomaco. E’ stata anche dura e non sapevo cosa fare. Avrei potuto ricambiare, ma sarei rimasto senza lavoro. Era uno molto diretto, si prendeva cura del suo staff e dei suoi giocatori ed era davvero una brava persona ma solo molto eccentrica”.