Butler
Kevin C. Cox/Getty Images

Non è ancora finita per Miami, le Finals NBA si arricchiscono di un nuovo ed entusiasmante capitolo, con gli Heat che riaprono la serie in Gara-3 e si impongono con il risultato di 115-104.

Butler
Douglas P. DeFelice/Getty Images

Una reazione d’orgoglio quella degli uomini di coach Spoelstra che, ormai con le spalle al muro dopo i due ko già incassati, regalano una prestazione super mettendo in discussione un confronto che sembrava già archiviato. Serata magica per Jimmy Butler, che mette a referto 40 punti, 11 rimbalzi e 13 assist, diventando il secondo giocatore della storia di Miami dopo LeBron James a piazzare una tripla doppia nelle Finals. Una prestazione monstre, sostenuta dalle giocate di Tyler Herro e dalla solidità di Kelly Olynyk, decisivo con le sue tre triple e i quattro liberi cruciali a bersaglio.

Kevin C. Cox/Getty Images

Lakers traditi dalla serata storta di Anthony Davis, limitato benissimo dai difensori di Miami, capaci di fargli segnare zero punti nei primi sette minuti di partita, che diventano quindici alla fine della partita con 6/9 al tiro e cinque rimbalzi. L’ultimo a mollare è come al solito LeBron James, che realizza 25 punti, 10 rimbalzi e 8 assist con 9/16 dal campo. Non male nemmeno Markieff Morris e Kyle Kuzma, che chiudono con 19 punti a testa a nove triple complessive a bersaglio. Troppo poco comunque per riuscire a portare a casa anche Gara-3, terminata con una sconfitta che deve far riflettere i Lakers, forse scesi in campo convinti di aver chiuso una serie che, invece, ha ancora molto da dire.