Hamilton
Bryn Lennon/Getty Images

Lewis Hamilton ha deciso di ridurre al minimo gli errori, quelle incertezze che negli ultimi mesi lo hanno costretto a dilapidare alcune vittorie che avrebbero potuto regalargli un margine più ampio nella classifica mondiale.

Hamilton
Dan Mullan/Getty Images

Dopo quanto accaduto a Sochi, l’inglese ha scelto di cambiare rotta, come confermato sui propri canali social: “da ora in poi mi limiterò a un basso profilo e a guidare in modo pulito. Anzi, super-pulito. Continuerò su questa strada: non darò scuse a nessuno per punirmi. Non credo che la Formula 1 voglia necessariamente ostacolarmi. Penso che ogni top team sia sotto esame. Tutto quello che abbiamo sulla nostra vettura è sotto doppio e triplice esame della Federazione. Stanno cambiando le regole, come quella sul party mode, per mantenere le corse eccitanti. Almeno credo che sia così. La strada è in salita, ma va bene, nei recenti anni abbiamo combattuto molte avversità, quindi dobbiamo solo lavorare a testa bassa e continuare a lottare. In modo da essere inattaccabili sotto nessun punto di vista. Il regolamento? Immagino che lo esamineremo, cercando di capire quali siano le aree dove potremmo prendere sanzioni, anche dove non sono mai state comminate in precedenza, e cercheremo di coprirci. Anche se non credo che nessuno abbia mai avuto penalità come quelle che ho ricevuto“.