Camilleri
Foto Getty / Charles Coates

La Mercedes si avvia a conquistare il settimo titolo Costruttori consecutivo, un numero impressionante che certifica il dominio delle Frecce d’Argento nel corso dell’intera era ibrida. Un ciclo che la Ferrari spera di interrompere al più presto, annullando il gap e terminando il digiuno di titoli che dura ormai da più di un decennio.

Camilleri
Charles Coates/Getty Images

Interrogato sui motivi che hanno creato questo divario tra Ferrari e Mercedes, l’ad Louis Camilleri ha espresso il proprio punto di vista: “la Mercedes è un avversario formidabile: chapeau per i loro ben meritati risultati. Qualsiasi altra cosa aggiungessi suonerebbe come una litania di scuse. Non siamo ovviamente felici di dove siamo adesso, ma sono fermamente convinto che abbiamo tutti gli ingredienti necessari per tornare dove ci compete. Perché la Mercedes è sempre davanti? Hanno iniziato l’era ibrida con un netto vantaggio competitivo e lo hanno mantenuto” le parole di Camilleri alla Gazzetta dello Sport. “Hanno il talento e le risorse ma per me gli elementi fondamentali del loro successo, che purtroppo a noi finora sono mancati, sono la stabilità e la serenità di cui hanno goduto, che fortificano lo spirito di squadra e la creatività. Per ottenere i risultati che hanno raggiunto ci vuole più della tecnologia: in ultima analisi, è fondamentale la cultura che permea l’intera organizzazione, dalla base sino al vertice“.