Bryn Lennon

La vittoria ottenuta alla guida dell’AlphaTauri lo scorso GP di Monza aveva aumentato le sue chances di tornare in Red Bull, dopo la retrocessione dell’anno precedente. Pierre Gasly però non ha ricevuto questo ‘regalo’, venendo al contrario confermato nel team di Faenza.

Gasly
Peter Fox/Getty Images

Una decisione che lo ha sorpreso e non poco, come ammesso alla vigilia del GP di Imola: “non sono deluso, sono solo sorpreso, in 14 anni solo Vettel ha vinto una gara con la Toro Rosso. Io sono l’unico altro pilota ad avercela fatta. Seb è stato promosso in Red Bull e ha vinto quattro titoli con la squadra, io sono solo sorpreso di non essere stato preso in considerazione. Hanno la loro strategia, dipende da loro ma per avere una risposta migliore bisogna chiedere direttamente a loro. Per me è chiaro da un po’ di tempo che avrei continuato qui e, come ho detto, non sono deluso. Sto guidando ad un ottimo livello, posso mostrare il mio potenziale, la mia velocità, le mie capacità. Ho 24 anni, il mio obiettivo in Formula 1 è ovviamente quello di lottare per il campionato”.