David Ramos/Getty Images

L’indagine della procura di Perugia sull’esame farsa di Luis Suarez prosegue, gli inquirenti stanno lavorando per accertare cosa sia effettivamente accaduto, senza comunque coinvolgere la Juventus nelle proprio indagini.

Intanto, il club bianconero ha dovuto comunque spiegare ai propri azionisti cosa sia accaduto presso l’Università per Stranieri di Perugia, rispondendo a numerose domande in vista dell’assemblea di bilancio in programma domani. “La società è del tutto estranea alla vicenda dell’esame di Luis Suarez la posizione ufficiale esposta dalla società ai propri azionisti – esame che il giocatore ha deciso autonomamente di affrontare nonostante la Juventus avesse già comunicato a lui e pubblicamente, la volontà di non tesserarlo. La Juventus non ha organizzato alcun esame per il calciatore Luis Suarez, non è stata affidata alcuna organizzazione dell’esame all’avvocato Turco“.

Successivamente, gli azionisti hanno chiesto se a contattare l’Università fosse stato Federico Cherubini, dirigente bianconero, ricevendo però una risposta sibillina: “l’indagine è in corso e vi è il segreto istruttorio. Non vi è coinvolgimento di funzionari. Quando verrà meno il segreto istruttorio sulla vicenda sarà possibile fornire ulteriori elementi a piena conferma del corretto operato degli avvocati e della società“.