Pirlo
Getty Images

La Juventus si scrolla di dosso le scorie del pareggio ottenuto a Crotone e vince all’esordio in questa nuova edizione di Champions League, stendendo a domicilio la Dinamo Kiev. Uno 0-2 semplice semplice per i bianconeri, che ringraziano il solito Alvaro Morata che si dimostra ancora una volta uomo in più di Andrea Pirlo.

Dopo il gol di Crotone, l’attaccante spagnolo mette il proprio marchio sul match in Ucraina con una doppietta decisiva, che regala i primi tre punti ai bianconeri. Una Juventus sempre più Inna-Morata del proprio centravanti, arrivato come seconda scelta dopo il mancato accordo con la Roma per Edin Dzeko. L’ex Atletico però sta dimostrando di poterci stare in questa squadra, addirittura trascinandola in questo delicato periodo coinciso con l’assenza di Cristiano Ronaldo. Pirlo può sorridere ma non troppo, perché la Dinamo Kiev vista stasera non è sembrata una squadra che potesse impensierire Szczesny e compagni, bravi a colpire nei momenti giusti senza subire reti. Servono test più probanti per capire il livello di questa Juventus, che al momento appare ancora una lontana parente di quella vista fino a qualche mese fa.