(Adnkronos) – “Seconda: i Cinquestelle accettano l’alleanza col Pd per non estinguersi nelle elezioni, ma sanno che andando avanti si estingueranno del tutto. Terza contraddizione: l’opposizione ha capito che il voto anticipato è impossibile. Manca la legge elettorale, la pandemia dilaga, tutto ciò porta la legislatura nelle acque sicure del semestre bianco, che inizia a luglio. Poi ci sarà il Quirinale da contendersi, e dopo quella scadenza nessuno avrà voglia di infilarsi in un voto anticipato. Arrivederci dunque al 2023. E nel centrodestra c’è chi pensa che questi tre anni sarebbe meglio passarli al governo piuttosto che all’opposizione.Tutto qui”.
“Basteranno queste contraddizioni a far cadere Conte e a provocare la nascita di un governo bipartisan? Difficile. Conte forever, allora? Dipende da lui. In questi giorni ha perso colpi, forse inevitabilmente. Ma il boccino è in mano sua: se dà segni di vita, e di vitalità, difficilmente potrà essere scalzato. E arriverà sano e salvo alle elezioni politiche. Che saranno imprevedibili, e non si giocheranno tra gli attuali protagonisti. Con un elettorato italiano conclude Rotondi- sempre più mobile: si è visto alle amministrative, dove a Bari, Napoli, Chieti,la destra ha votato per la sinistra, e in Veneto e Liguria, dove è avvenuto il contrario”.