Roma, 20 ott. (Adnkronos) – “Queste onorificenze che vi sono state conferite sono state decise il 2 giugno, per la Festa della Repubblica: sono passati oltre quattro mesi. Questo raffigura l’esigenza che i meriti acquisiti da tante persone in quei mesi drammatici non si esauriscano nel ricordo di un giorno, ma permangano, senza rimuovere quanto avvenuto e l’opera di tanti che si sono generosamente impegnati”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della consegna al Quirinale delle onorificenze al merito della Repubblica italiana ai cittadini che si sono distinti durante l’emergenza.
“Vi siete impegnati per la cura di coloro che erano malati -ha ricordato il Capo dello Stato- per sostenere e assicurare conforto e sostegno alle tante condizioni di sofferenza e di grave disagio che si registravano. Vi siete impegnati per assicurare che il nostro Paese, durante il blocco totale delle attività, non rimanesse paralizzato. Come voi, che avete operato con abnegazione, con generosità, con senso di responsabilità, tante italiane e tanti italiani lo hanno fatto”.
“Voi qui li rappresentate tutti, siete come espressivi di questa grande realtà del nostro popolo, donne e uomini d’Italia, tanti davvero tanti, che hanno operato in quei giorni con senso di responsabilità, con senso del dovere, andando anche al di là dei propri compiti, con senso di abnegazione. Per questo -ha concluso Mattarella- vi esprimo la riconoscenza della Repubblica, che si estende ai tanti che come voi hanno così ben operato e collaborato”.