Roma, 19 ott. (Adnkronos) – “In conferenza stampa per presentare il nuovo Dpcm, Conte dà ai sindaci il compito di chiudere le piazze per scongiurare gli assembramenti. A distanza di poche ore, dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri viene cancellato il riferimento ai primi cittadini ma resta la prescrizione sui luoghi a rischio. Chi dovrebbe applicare queste misure e con quali mezzi? Ancora una volta il capo dell’esecutivo brancola nel buio e scarica le responsabilità sugli altri”. Lo afferma Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla camera.
“Questa volta -aggiunge- si lava le mani sul coprifuoco per addossare ogni onere sui Comuni. è evidente, però, che gli Enti locali non hanno la forza per rispettare queste regole e procedere con i dovuti controlli. è intollerabile che si scelga questa strada per addebitare ad altri eventuali decisioni sulla compressione delle libertà individuali. Nessuna parola, invece, sul trasporto pubblico locale e su come potenziare il servizio per evitare bus e metro strapieni, dove il pericolo contagio Covid è altissimo. Il governo Conte -conclude Lollobrigida- ancora una volta si dimostra inadeguato ad affrontare in modo serio la pandemia, capace solo di produrre Dpcm confusionari e inutili”.