valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Le voci si sono rincorse in queste ore, ma nessuno era riuscito a capire come Valentino Rossi avesse preso il Coronavirus. Alcuni credevano fosse accaduto alla festa di compleanno della fidanzata Francesca, annullata però perché quest’ultima tornando da Milano a Tavullia non si è sentita bene, evitando dunque contatti con il fidanzato.

Rossi
Robert Cianflone/Getty Images

Il pesarese dunque pare abbia preso durante una cena con alcuni amici, come ammesso da Albi Tebaldi, a.d. della VR46: “tutto era cominciato venerdì a un’altra cena con altri amici, uno dei quali due giorni dopo non si è sentito troppo bene, ma si pensava avesse preso freddo. Per precauzione ha fatto il tampone, il cui esito lunedì ha dato esito positivo. A quel punto lo abbiamo fatto tutti, risultando negativi, come Valentino, che martedì era infatti idoneo per tornare ad Aragon. Io stesso ero andato a salutarlo velocemente mercoledì sera, aveva appena finito di allenarsi e stava bene. Ci siamo dati appuntamento per giovedì mattina alle 8.45 per portare lui e Uccio all’aeroporto di Rimini, ma quando sono arrivato a casa mi ha detto che qualcosa non andava. Così siamo andati dal dottore per il tampone: il primo, rapido, è stato negativo, ma il secondo il cui esito è arrivato nel pomeriggio, ha confermato la positività“.