Prima Osimhen questo pomeriggio in Napoli-Atalanta, poi Simy nel corso del match tra Crotone e Juventus. I due nigeriani hanno mostrato dopo i rispettivi gol una maglietta bianca con su scritto a pennarello ‘End police brutality in Nigeria’.

Una frase riferita alle violenze, alle torture e agli abusi perpetrati nelle ultime settimane dalla Sars, la squadra speciale antirapine nigeriana finita al centro di una bufera per i gravi reati commessi. Il più grave è stato compiuto lo scorso 3 ottobre, quando un 13enne è stato ucciso da parte della polizia, facendo scoppiare numerose proteste pacifiche che hanno visto protagonisti soprattutto i giovani. Queste manifestazioni hanno sortito gli effetti sperati, dal momento che il presidente della Nigeria ha poi deciso lo scioglimento della Sars.