Spadafora
Pool/Getty Images

Il botta e risposta tra Cristiano Ronaldo e Vincenzo Spadafora continua, con termini sempre più duri con il passare delle ore. Prima il ministro aveva aperto la querelle sottolineando come alcuni giocatori della Juventus avessero violato il protocollo, ricevendo oggi la risposta di CR7: “Un signore dall’Italia che dice che non ho rispettato il protocollo voglio dire che l’ho rispettato e sempre lo rispetterò“.

Cristiano Ronaldo
Octavio Passos/Getty Images

Parole che hanno spinto Spadafora a rispondere in maniera piccata, affidando all’ANSA una nota: “la notorietà e la bravura di certi calciatori non li autorizza ad essere arroganti, irrispettosi verso le istituzioni e a mentire: anzi, più si è noti più si dovrebbe avvertire la responsabilità di pensare prima di parlare e di dare il buon esempio. Non ho intenzione di proseguire all’infinito su questo tema: confermo quanto detto ieri relativamente all’abbandono dell’hotel di alcuni giocatori della Juventus, basandomi tra l’altro sulle comunicazioni della società alla Asl di Torino. Non interverrò più sul tema e rinnovo gli auguri di pronta guarigione a tutti i positivi“.