Mihajlovic
Chris Ricco/Getty Images

Sinisa Mihajlovic non è un tipo che ama le mezze misure, ha sempre detto in faccia il proprio pensiero senza pensare mai alle conseguenze.

Mihajlovic
Marco Luzzani/Getty Images

Nella conferenza stampa di oggi, alla viglia del match di domani tra il suo Bologna e il Cagliari, l’allenatore serbo ha lanciato una stoccata al Governo italiano, legandola ad una questione di mercato: “prendere per prendere non mi va, comprare tanto per comprare non ha senso. Sugli svincolati non ci sono giocatori che andrebbero bene, per ora restiamo cosi. Mandzukic? Non lo vogliamo, mai sentito parlarne, poi uno grande e grosso così ci mette del tempo per entrare in forma. Tanto vale aspettare gennaio. Non voglio fare le cose tanto per fare, ci vuole logica nelle cose, dobbiamo essere lucidi, non prendiamo ad esempio il Governo che fa decreti a cazzo di cane. Ok, non dovevo dirlo ma ormai l’ho detto“.

Mihajlovic
Gabriele Maltinti/Getty Images

Sulla partita di domani, Mihajlovic poi ha sottolineato: “l’identità di squadra l’abbiamo, ma questi ragazzi si devono parlare di più. Comunicare. Stanno tutti sui social, sempre. Noi nei nostri ritiri stavamo insieme e giocavamo a carte, ora stanno sui social… Poi serve maggior concentrazione, voglia, rabbia, dare qualcosina in più. Devono essere più compatti e lavorare mentalmente, risolvendo insieme le difficoltà, senza arrendersi“.