autostrada
Alex Burstow/Getty Images

Spesso capita che a sbagliare siano gli automobilisti, ma che lo facciano anche gli autovelox è molto più raro. Eppure è successo all’entrata dell’A1 direzione Ticino, dove un dispositivo elettronico ha rilevato un’erronea velocità di una vettura, facendo sì che il soggetto in questione ricevesse a casa una pesantissima multa.

autovelox
Scott Barbour/Getty Images

In un tratto di strada dal limite di 100 km/h, l’autovelox ha registrato ben 175 km/h, sbagliando clamorosamente dal momento che l’auto procedeva a 85 km/h. L’arrivo della multa presso la propria abitazione ha fatto sobbalzare l’automobilista, che ha immediatamente contestato la sanzione, spiegando la dinamica di quanto accaduto. Una mossa obbligata, visto che per queste violazioni in Svizzera si rischia anche il sequestro dell’auto e l’arresto del conducente. Il conducente ha spiegato di trovarsi in quel momento dietro un camion, dunque impossibilitato a guidare a 175 km/h. Dopo qualche settimana, ecco la telefonata tanto attesa: la multa è stata annullata perché l’autovelox aveva commesso un errore, misurando per due volte la velocità (a causa della vicinanza tra auto e camion), sommando dunque una all’altra e facendo scrivere sulla sanzione 175 km/h.