Roma, 12 ott. – (Adnkronos) – Oltre 395mila euro di investimenti in 20 progetti per le comunità e 6 obiettivi di sviluppo sostenibile fissati al 2030. Sono alcuni dei punti salienti del Rapporto di Sostenibilità 2019 di Alfasigma, azienda italiana tra i big player del mercato farmaceutico internazionale, presentato oggi a Bologna alla presenza dei rappresentati di stakeholder, comunità e territori.
Ad emergere è l’attenzione rivolta ai territori e alle comunità in cui opera l’azienda sostenendo progetti e iniziative sociali, culturali e filantropiche. Ammonta a oltre 395 mila euro la somma investita nel corso del 2019 per sostenere organizzazioni no profit, culturali e fondazioni, impegnate nelle attività di cura e sostegno ai pazienti, ai bisognosi o al servizio dell’arte in tutte le sue forme. La policy aziendale non prevede mai un finanziamento fine a sé stesso: ogni contributo è legato a una precisa progettualità e a uno scambio reciproco.
A questi si aggiunge la sponsorizzazione di Casa Virtus Alfasigma, localizzata nella città dove ha sede l’headquarter. Casa Virtus Alfasigma, inaugurata nel 2019 prendendo il nome dell’azienda, è pensata per essere un playground aperto ai ragazzi del quartiere, finalizzato a promuovere lo sport come veicolo di benessere e socializzazione, oltre che la casa per ospitare i giovani talenti della pallacanestro provenienti da tutt’Italia.
‘La responsabilità sociale ha accompagnato da sempre la nostra storia, ancor prima che Alfa Wassermann e Sigma-Tau si unissero per dare origine a quel che ora siamo – dichiara Stefano Golinelli, presidente di Alfasigma – Oggi quindi non facciamo altro che suggellare questa nostra innata caratteristica, rendicontandola e misurandola non tanto per dare ‘peso’ e ‘corpo’ al valore delle nostre azioni, quanto per essere consapevoli di ciò che è stato fatto e impegnarsi sempre di più per migliorare la vita delle persone, dentro e fuori l’azienda”.

Alfasigma investe risorse anche nella formazione e nella qualifica del proprio personale interno, inoltre sempre di più tende ad assumere laureati e diplomati, che costituiscono oltre il 90% di tutte le risorse umane impiegate. Le risorse umane sono valorizzate anche attraverso processi di formazione continuativi, con l’obiettivo di consolidare profili di alto livello in gradi di sviluppare talenti e capacità individuali.
Tra le iniziative rivolte ai dipendenti ci sono eventi culturali ad accesso gratuito, come visite a mostre e partecipazione a concerti e pacchetti di welfare aziendale. Alfasigma prevede anche lo smart working, ovvero la possibilità di lavorare anche da casa, in un numero prestabilito di giornate per andare incontro alle esigenze delle persone. Ad oggi sono 222 i dipendenti attivi in lavoro agile.
Per Pier Vincenzo Colli, amministratore delegato di Alfasigma, “un’impresa responsabile crea valore non solo per se stessa ma per tutti gli stakeholder, inclusi dipendenti e comunità locali, con una particolare attenzione all’ ambiente. Scegliere di misurarsi ogni anno con un Rapporto dedicato significa compiere un passo importante per affermare la centralità e il valore strategico della sostenibilità e porla come punto di riferimento essenziale per disegnare il business del futuro. La pandemia di Covid-19 ci ha posto di fronte a sfide impreviste cui abbiamo risposto con coraggio, mettendo in campo iniziative importanti che intendiamo portare avanti con ancora più attenzione per le comunità in cui operiamo e per gli impianti che abbiamo nel nostro Paese”.
L’azienda mette al centro del proprio agire l’ascolto e la ricerca di soluzioni anche a favore dei propri stakeholder, in particolare quelli core: pazienti, caregiver, medici e farmacisti. Opera costantemente con le organizzazioni di pazienti e caregiver, in un’ottica di reale partenariato, tramite la trasparente condivisione dei reciproci obiettivi. Una collaborazione che si concentra sulle aree terapeutiche di interesse, proprio per indirizzare le partnership verso il miglioramento della qualità di vita dei pazienti.
Per quanto riguarda la comunità medica, Alfasigma ha messo a disposizione , una piattaforma digitale di aggiornamento continuo, che unisce la letteratura emergente dai principali congressi scientifici con linee guida e pubblicazioni sulla salute. A questo si aggiungono i progetti formativi organizzati in collaborazione con le più autorevoli istituzioni scientifiche.
Per aiutare la farmacia a rispondere al meglio al potenziale del proprio bacino di clientela sono stati creati programmi di training mirato, come lo Yovis Tour e CarnitinAcademy, che nel corso del 2018 e 2019 hanno visto la partecipazione di quasi 3.000 farmacisti. Circa 9.000 ore di formazione erogate attraverso la CarnitinAcademy nel 2019. A questi si aggiungono le attività continuative, portate avanti da 20 team di professionisti del marketing del punto vendita, messi a disposizione dei farmacisti.
Sei gli obiettivi di sviluppo sostenibile individuati: assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età (Goal 3 dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030); fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti (Goal 4); incentivare una crescita economica, duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso (Goal 8); costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione e una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile (Goal 9); adottare misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici e le sue conseguenze (Goal 13) e rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile (Goal 17).
L’approccio di ricerca e sviluppo in Alfasigma è fortemente orientato all’innovazione come dimostra il piano di investimenti in tecnologie di circa sessanta milioni di euro tra il 2019 e il 2023 che interessa tutti i plant aziendali. Relativamente all’adozione di misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici, nel biennio 2018-2019 Alfasigma ha avviato una estesa azione di diagnosi ambientali ed energetiche tanto nelle sedi quanto negli stabilimenti per mettere in campo un piano d’azione specifico che consenta di recuperare efficienza. Il Report 2019 è stato curato da ed è consultabile sul sito