Caracas, 12 set. (Adnkronos/Europa Press/Dpa) – Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha annunciato la cattura di una presunta spia americana nello stato di Falcon ed ha assicurato di avere le prove necessarie a confermare l’esistenza di un’operazione di spionaggio nelle raffinerie di Amuay e Cardon. “Abbiamo catturato ieri a Falcon una spia statunitense”, ha annunciato il presidente alla Vtv, precisando che il sospetto “è un Marine che ha prestato servizio nelle basi della Cia in Iraq”. Al momento della cattura l’uomo era in possesso “di armi pesanti, specialistiche e una grande quantità di dollari”.
L’arresto avviene all’indomani della denuncia del ministro del Petrolio venezuelano, Tareck El Aissami, circa l’esistenza di un presunto piano per fare esplodere la raffineria di El Palito.