Roma, 25 set. (Adnkronos) – “Le autorità turche hanno emanato 82 mandati di arresto contro attivisti e politici del partito Hdp con l’accusa di aver contribuito ai disordini dell’ottobre 2014 al confine con la Siria. In manette sono finiti amministratori locali, intellettuali, parlamentari e le accuse sono state rivolte anche ai due segretari dell’Hdp Selattin Demirtas e Figen Yuksekdag, entrambi già in carcere dal 2016 con accuse di terrorismo. I giorni attenzionati dalle autorità di Ankara, furono giornate di una straordinaria mobilitazione contro la chiusura della frontiera da parte delle autorità turche mentre l’Isis conduceva un infame attacco contro i curdi a Kobane”. Lo aferma Massimiliano Smeriglio, eurodeputato indipendente eletto nelle liste del Pd.
“I curdi, come sappiamo, hanno condotto una eroica resistenza, liberando Kobane e tutto il nord della Siria dall’occupazione di Isisi. Ai curdi -aggiunge- dobbiamo molto anche per aver difeso la nostra democrazia. Questo attacco sembra l’ennesima ritorsione portata avanti da Erdogan nei confronti del partito Hdp, cui va tutta la mia solidarietà”.