Cernobbio (Como), 6 set. (Adnkronos) – Sul trasporto pubblico locale “avremo il tempo nei prossimi mesi, con le nuove linee guida di riempimento all’80%, per rifare il punto della situazione con le aziende e le Regioni per capire i reali fabbisogni alla luce della nuova situazione”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, a margine del forum Ambrosetti di Cernobbio. Le aziende del tpl hanno avvertito che, senza fondi per altri 800 milioni di euro, molte società rischiano il fallimento. “Faremo i conti con loro”, ha spiegato il ministro.
“Il problema del trasporto pubblico locale è di due tipi: la riduzione della bigliettazione, che è stata quasi azzerata in lockdown e molto ridotta quando abbiamo riaperto, e dall’altra parte la gestione di tutte le procedure di sicurezza che hanno aumentato i costi. Rispetto a tutto questo il governo ha stanziato 900 milioni nei due decreti precedenti, gli ultimi 400 nel decreto Agosto. E si è impegnato in conferenza unificata lunedì scorso a stanziare altri 200 milioni in legge di bilancio”, ha concluso De Micheli.