(Adnkronos) – L’accordo contiene anche clausole di lock-up e restrizioni sul trasferimento delle quote consuete in questo tipo di transazione. Cebf è un fondo infrastrutturale incentrato sugli investimenti in greenfield con diversi progetti di espansione nel settore delle infrastrutture a banda larga in tutta Europa con 470 milioni di euro di capitale impegnato ed una dimensione target di 500-600 milioni di euro.
“Abbiamo messo insieme tutti gli ingredienti necessari con Cebf per creare un’impresa infrastrutturale leader in Italia. Unidata ha ormai un consolidato know-how nel creare valore attraverso investimenti in infrastrutture di telecomunicazioni e siamo entusiasti di questa nuova sfida con Cebf che ci consentirà di mantenere il nostro impegno nel fornire un servizio di livello premium ai nostri clienti”, commenta Renato Brunetti, Presidente di Unidata.
“Siamo lieti di annunciare il primo accordo firmato dal nostro Connecting Europe Broadband Fund in Italia. Questo investimento – sottolinea Renaud de Matharel, Ceo e Managing Partner di Cube Im – è pienamente in linea con la nostra visione di creare infrastrutture di telecomunicazioni regionali per promuovere reti in fibra ottica di alta qualità ad accesso aperto in Europa. Questo progetto garantirà a tutti i service provider un accesso semplice alle infrastrutture realizzate generando una maggiore produttività per gli utenti finali. Guardando al futuro abbiamo in programma di continuare ad espandere la nostra partnership con Unidata S.p.A. che vanta un ampio know-how nel mercato locale con una gestione di prim’ordine”.