Foto Getty / FILIPPO RUBIN

Sette mesi dopo la Finale di Coppa Italia, sarà ancora la Unet E-Work Busto Arsizio a contendere un trofeo all’Imoco Volley Conegliano. Nella prosecuzione della seconda semifinale della 25ª Supercoppa Italiana (si partiva dall’1-1) le farfalle di Marco Fenoglio vincono due set, battono la Igor Gorgonzola Novara e raggiungono le pantere di Daniele Santarelli in finale. Domenica sera, ancora al PalaGoldoni di Vicenza, la sfida per il titolo, in diretta su Rai Due: apertura del collegamento alle 21.05, dieci minuti prima del fischio di inizio.

Nell’ora scarsa di gioco di metà mattinata, le biancorosse appaiono più precise e determinate e completano la rimonta che era cominciata nella serata di sabato. Mingardi sigla 20 punti, sorretta dai muri di Stevanovic e dalla regia matura di Bonelli, classe 2000. Nelle fila novaresi, la più continua è l’ex Herbots (21 punti), ma risultano troppi gli errori al servizio e in attacco.

La cronaca della seconda parte del match. Si riprende dalle stesse formazioni schierate in campo al momento della sospensione. La UYBA è più rapida a scattare dai blocchi di partenza e sale 6-3 con due muri di Stevanovic, arma che si rivelerà decisiva per le sorti del match. La imitano Daalderop e Chirichella per il sorpasso Igor. Si prosegue a ondate: errore di Herbots e colpo di Mingardi, doppio vantaggio bustocco; muro di Hancock su Escamilla e avanti Novara 17-19. Fuori la fast di Chirichella, favoloso diagonale stretto di Mingardi e 22-20. Smarzek pesta la linea dei 3 metri, hancock mette in rete il servizio e 24-22. Chiude un altro muro di Stevanovic per il 25-22.

In avvio di quarto set c’è Zanette al posto di Smarzek, eppure la tendenza non cambia. Stevanovic realizza in fast, al servizio e con un bagher rovesciato per l’8-4. Massimo vantaggio sul 12-6 quando Escamilla piazza l’ace. Si riavvicinano le piemontesi con la parallela di Herbots e la pipe di Daalderop (mentre rientra Smarzek), ma sono ancora Mingardi e Stevanovic ad allungare fino al 16-11. Tocco intelligente di Bonelli e la UYBA conferma il gap (18-13). Lavarini inserisce Bosetti. Olivotto di astuzia fa 19-15. Sbaglia Escamilla, slash di Bonifacio e in un attimo è 19-18. Out dai nove metri Herbots, la imita Mingardi e 22-21. L’opposta si rifà immediatamente con il punto del 23-21. Fast di Stevanovic murata sull’asta per i due match point. L’ennesimo muro, questa volta di Olivotto, mette la parola fine al match: altro 25-22 e Unet E-Work in finale.