Parigi, 10 set. (Adnkronos) – Il Cda di Suez respinge all’unanimità “il progetto di operazione ostile annunciato da Veolia” che prevede di rilevare il 29,9% della società in mano a Engie per circa 2,9 miliardi di euro. Il progetto, si legge in una nota, “è incompatibile con l’interesse di Suez, dei suoi azionisti, dei suoi dipendenti e dei suoi clienti”.
Il board di Suez ha ritenuto “che il prezzo proposto da Veolia a Engie si situa a un livello significativamente molto inferiore alla valutazione di Suez”. Il progetto di Veolia, poi, “porta grande incertezze” e “comporta problemi alla concorrenza in Francia e all’estero”.
Intanto il Cda di Suez chiede ai vertici del gruppo “di accelerare il piano Suez 2030 e anche le ricerche di una soluzione alternativa a quella proposta da Veolia nell’interesse della società”.