Roma, 13 set. (Adnkronos) – Sulla scuola “è caos, confusione, il governo si è mosso tardi e molto male, non aveva un’idea che non fosse l’idiozia dei banchi a rotelle. Se la situazione non fosse tragica ci sarebbe quasi da ridere… la ministra De Micheli che ha detto che”, per tutelare i ragazzi, sui trasporti pubblici “ci saranno finestrini aperti anche d’inverno, così se non si ammalano di Covid gli facciamo prendere la broncopolmonite”. Così Giorgia Meloni, a margine del suo comizio a Trani per la campagna elettorale.
“L’emergenza Covid – accusa la leader di Fdi – è stata usata dal governo con due pesi e due misure. Sempre su trasporti, a un certo punto si è deciso che gli studenti fossero affetti stabili così si possono incontrare senza” tenere conto delle misure di distanziamento: “delle due una – tuona Meloni – o possono stare vicini ma è pericoloso e quindi mettete a rischio milioni di ragazzi o non è pericoloso e allora ci avete raccontato un sacco di balle. La gestione caotica ha creato panico e diffidenza”.