Roma, 13 set. (Adnkronos) – “Sono d’accordo con chi sostiene che il Pd nel giro di un anno è stato messo in ceppi dal M5S per quanto riguarda le politiche di governo. Ma se si allarga lo sguardo alla questione del referendum costituzionale, allora cadono le braccia perché tutti, con la lodevole eccezione di +Europa e di Silvio Berlusconi, sono finiti succubi del peggior populismo grillino. Leader veri (o presunti tali) non hanno trovato fino a oggi il coraggio politico di sottrarsi all’abbraccio mortale di Di Maio. Il risultato davvero sconfortante è vedere la lunga agonia del grillismo che trascina con sé i residui di quella che fu la classe dirigente del Pd”. Lo afferma Osvaldo Napoli, componente del direttivo del Gruppo di Forza Italia alla Camera.