Roma, 5 set. (Adnkronos) – Al referendum sulla riforma del taglio dei parlamentari “voterò sì, da privato cittadino. E’ una riforma costituzionale votata dalla stragrande maggioranza parlamentare. La mia opinione è che se si passa da 945 a 600 parlamentari non viene assolutamente pregiudicata la funzionalità del Parlamento”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, ospite della festa del Fatto Quotidiano.
“Trovo astrusa – ha aggiunto – la tesi secondo cui il taglio dei parlamentari metterebbe in crisi funzionalità del Parlamento. Anzi, chi sarà eletto con le nuove regole sentirà di più il peso della rappresentanza, della disciplina e dell’onore nelle sue funzioni”.